in

Nuovi oggetti? Mbappe farebbe un grosso errore rimanendo al PSG senza grandi cambiamenti

Mentre Karim Benzema è ora il favorito di tutti i tempi per la vittoria del Pallone d’Oro 2022, nelle ultime due settimane Kylian Mbappé ha dimostrato ancora una volta perché è considerato da molti il ​​miglior calciatore del mondo. Nelle ultime due partite di club e nazionale ha segnato otto gol diretti. Con la Francia segna una doppietta e ne realizza una contro il Sud Africa, poi con il Paris Saint-Germain con una doppietta e una tripletta di assist contro il Lorient.

Un comunicato stampa ambiguo

I critici indicheranno il livello modesto degli avversari in ogni partita, ma le prestazioni di Mbappe sono state comunque spettacolari e un gol o un assist in ciascuna delle otto presenze del PSG in Champions League in questa stagione confuta l’idea che sia un giocatore di piccole dimensioni. essere gare. In effetti, il frastuono delle notizie sul suo futuro dimostra abbastanza del suo valore in campo. Ci sono state speculazioni per mesi su cosa farà Mbappé alla fine della stagione. Al termine del contratto, il 31 giugno, il 23enne è destinato a diventare per anni, se non per sempre, il free agent più ricercato del calcio.

Kylian Mbappe PSG GFX

Getty/GOAL

Il Real Madrid sembra essere stato in testa alla corsa per il nazionale francese dall’inizio della stagione, ma negli ultimi giorni c’è stato un sottile cambiamento di dinamica. †Non ho ancora preso la mia decisione, ci sono nuovi elementi da considerare. Quali elementi? Solo nuovi articoliMbappe ha detto a Prime Video dopo la sua straordinaria prestazione contro il Lorient. “Sono calmo, sto cercando di prendere la decisione migliore possibile con la mia famiglia. Se avessi preso quella decisione, l’avrei detto e l’avrei baciato. Lo faccio sempre, non devo nascondermi. Voglio solo prendere la decisione migliore possibile”.

La polena del PSG

I commenti sono arrivati ​​poco dopo che la stampa francese ha rivelato che il PSG è pronto a renderlo la polena e il capitano della squadra per la prossima fase del loro progetto, che arriva in un momento significativo data la natura della sua sconfitta in Champions League contro il Real Madrid e anche l’incertezza su Il futuro di Mbappé. Il PSG, è diventato chiaro, non può fare a meno di Mbappé. Potrebbe essere in prima linea nell’attacco insieme a Lionel Messi e Neymar, ma la gerarchia all’interno dei primi tre è chiara a chiunque li abbia guardati in questa stagione: il francese è torreggiante e si fa carico di chi lo circonda.

Messi Neymar Mbappe PSG GFX

Getty/GOAL

Gli abitanti del Parc des Princes sposteranno cielo e terra per preservare l’ora di punta, che potrebbero essere gli “elementi” di cui Mbappé ha fatto riferimento lo scorso fine settimana. Anche se ha deliberatamente lasciato questa affermazione ambigua, probabilmente non si tratta solo di consegnare il braccialetto. Potrebbero essere in gioco azioni più grandi, come la cacciata del direttore sportivo Leonardo, i cui risultati sono finalmente oggetto di un attento esame.

Fuori Leonardo, dentro Pogba per convincere Mbappé?

Il PSG potrebbe anche avvicinarsi di più a Paul Pogba, il grande amico di Mbappe, la cui presenza potrebbe bastargli per dargli motivo di pensare al suo futuro. Se quest’estate non ci saranno grandi cambiamenti nel progetto del PSG, Mbappe commetterebbe almeno un errore firmando di nuovo con il club. La loro disordinata politica di trasferimento è ora ben nota, mentre la loro mancanza di forza mentale rimane una disgrazia cronica sul palco più grande. Dopotutto, il PSG ha messo piede sul collo del Real Madrid negli ottavi di finale di Champions League, eppure è la squadra di Carlo Ancelotti ad essere sulla buona strada per raggiungere le semifinali.

L’articolo continua di seguito
Kylian Mbappe David Alaba GFX

Getty/GOAL

La storia può essere sopravvalutata quando i giocatori devono prendere grandi decisioni di carriera, ma la propensione al disastro del PSG è diventata allarmante e Mbappe non deve lasciarsi trascinare in questo vuoto di fallimenti. Ma c’è anche il rischio di andare al Real Madrid. Con Vinicius Junior e Benzema che prendono le sue posizioni preferite di sinistro e centrale, Mbappe rischia di essere retrocesso a destra, posizione che non ha ricoperto regolarmente dal suo debutto a Monaco.

Quindi potrebbe essere una buona idea trascorrere altri 12 mesi a Parigi per cementare la sua eredità con il club nella sua città natale – forse il miglior marcatore di tutti i tempi del club – e poi trasferirsi al Santiago Bernabéu quando una delle sue posizioni preferite viene rilasciata. Mbappe, che ha appena compiuto 23 anni, ha il lusso del tempo dalla sua parte. Tuttavia, la decisione che prenderà nelle prossime settimane influenzerà il resto della sua vita, sia professionalmente che personalmente. È una decisione che pesa con chiarezza e attenzione.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Esplosione di interessi e premi richiesti: fine mutuo facile?

come abilitare la protezione dal ransomware