in

Parlamento: venerdì 8 aprile inizia la sessione di primavera, l’opposizione affila le armi

Tramite Mohamed Chakir Alaoui e Brahim Moussaid il 04/05/2022 alle 13:55

Parlamento - Sessione di Primavera - Apertura del Parlamento - Driss Sentissi - Movimento Popolare

Driss Sentissi, Presidente del Movimento Popolare (MP – Opposizione) alla Camera dei Deputati.

© Copyright: Brahim Mousaid / Le360 (fotomontaggio)

La Camera dei Rappresentanti aprirà la sua riunione di primavera venerdì prossimo, 8 aprile, contando per il primo anno di sessione. I partiti di opposizione, come la maggioranza, sono già in ordine di battaglia.

I quattro partiti di opposizione (USFP, MP, PPS, PJD) vogliono celebrare questa ripresa dell’azione parlamentare da venerdì 8 aprile 2022. Stanno affilando tutte le loro armi per spingere il governo e la sua maggioranza ad agire per attenuare l’affluenza alle urne i prezzi di alcuni prodotti di consumo, in particolare dei combustibili, che minacciano il potere d’acquisto dei cittadini.

“Questo problema sarà la nostra priorità da venerdì. L’esecutivo dovrà prima spiegare le ragioni del recente rinvio delle due commissioni parlamentari relative a energia, trasporti e l’impatto della crisi che avrebbero dovuto incontrarsi la scorsa settimana”, ha confermato in una nota il presidente del gruppo parlamentare Driss Sentissi. con Le360.

Tra l’altro, l’opposizione intende rivolgere urgentemente un appello ad Aziz Akhannouch, amministratore delegato, affinché rispetti il ​​calendario dei suoi interventi in parlamento sulle riunioni mensili dedicate alla politica generale.

Secondo Driss Sentissi, Aziz Akhannouch ha onorato solo due appuntamenti, su un totale di quattro previsti nella sessione precedente.

I partiti di opposizione chiedono anche l’avvio del dibattito su due progetti chiave che il governo ha ritirato subito dopo il suo insediamento: il codice di procedura penale e il diritto di sciopero. “Il ministro della Giustizia ha promesso di reintrodurre questi progetti di legge”, ha ricordato il deputato di Salé Haraki, sperando che il disegno di legge sulla legge sullo sciopero organico possa uscire dai cassetti dopo anni di attesa per l’approvazione.

Driss Sentissi ha ricordato anche la riforma del Regolamento della Camera. Le modifiche attese riguardano l’estensione del tempo per gli interventi dei partiti di opposizione durante le sessioni plenarie e le riunioni dei comitati, ha affermato, aggiungendo che gli emendamenti apriranno anche la presenza di giornalisti durante i lavori dei comitati. il sigillo di riservatezza. Tuttavia, questa copertura è limitata a determinate commissioni.

Di Mohamed Chakir Alaoui e Brahim Moussaid

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

la polizia ha chiuso il più grande mercato nero del mondo

La mostra “Picasso a Dakar 1972-2022” mette in luce i legami dell’artista con l’Africa