in

La mostra “Picasso a Dakar 1972-2022” mette in luce i legami dell’artista con l’Africa

Si è aperta venerdì al Museo delle Civiltà Nere (MCN) della capitale senegalese la mostra “Picasso a Dakar 1972-2022”, volta a scoprire i legami tra il famoso pittore spagnolo e il patrimonio artistico degli africani. Questa mostra, la seconda del genere organizzata dalla capitale Dakar dopo il 1972, presenta circa 40 opere d’arte, tra cui 13 capolavori dell’artista spagnolo. La mostra, che durerà fino al 30 giugno, è il risultato di una collaborazione tra il MCN e il Musée national Picasso-Paris, che ha prestato le opere del pittore, nonché il Musée du Quai Branly a Parigi e quello di Théodore Monod a Dakar che entrambi hanno contribuito prestando manufatti africani. Ricordiamo che nel 1972 alcuni manifesti del famoso pittore Pablo Picasso furono presentati a Dakar grazie a Leopold Sédar Senghor, ex presidente della Repubblica del Senegal. “Picasso in Dakar 1972-2022” mira a restituire in un formato austero il fascino e l’influenza che l’arte africana, e più in generale quella extra-occidentale, ha esercitato sul pittore-scultore-incisore-ceramista spagnolo. È un’occasione per scoprire i legami tra il famoso pittore spagnolo e il patrimonio artistico degli africani, ha affermato il curatore, Ouseynou Wade. “Questa è un’importante mostra che si svolge in Senegal, persone verranno da ogni parte per vedere e scoprire le connessioni tra Picasso e il patrimonio artistico dei nostri antenati”, ha detto in una conferenza stampa tenuta lunedì. In questa occasione, Ousseynou Wade ha ricordato i rapporti tra Léopold Sedar Senghor, primo Presidente della Repubblica del Senegal, e il mondo della cultura. Il curatore ha sottolineato che l’organizzazione di questa mostra è stata resa possibile grazie al direttore generale del Museo delle civiltà nere, Hamady Bocoum, che, secondo lui, “non ha risparmiato sforzi per rendere possibile questa apertura”. L’inaugurazione della mostra è avvenuta alla presenza del ministro senegalese della Cultura e delle Comunicazioni, Abdoulaye Diop, l’ex ministro francese dell’Ecologia, Ségolène Royale, Cécile Debray, Direttore del Museo Nazionale Picasso-Parigi, artisti senegalesi “Les Frères Guissé ” , tra le altre personalità del mondo culturale. Considerato uno degli artisti più eminenti del 20° secolo, Picasso è stato allo stesso tempo pittore, scultore, incisore e ceramista. Il numero totale delle sue opere è stimato in 50.000.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Parlamento: venerdì 8 aprile inizia la sessione di primavera, l’opposizione affila le armi

La Germania ottiene l’approvazione da Israele e dagli Stati Uniti per l’acquisto dello scudo missilistico israeliano Arrow 3