in

Rovanperä-Evans, duello interno alla Toyota

Pubblicato su : Alterato :

Parigi (AFP) – Il Rally di Croazia, a sud-ovest di Zagabria questo fine settimana, potrebbe consentire a Kalle Rovanperä, il giovane leader del Campionato del Mondo, di staccarsi dal comando, o al suo compagno di squadra Elfyn Evans, di iniziare finalmente la sua stagione.

Per questo 3° round stagionale, il secondo consecutivo senza i mezzi pensionati Loeb e Ogier, che presto si troveranno a tu per tu con un nuovo freelance, in Portogallo, Rovanperä sarà il favorito sulla carta, ma non lo farà essere troppo pensando all’edizione 2021.

Costernato dalla mancanza di aderenza sulle strade croate, il finlandese aveva perso il controllo della sua Toyota fin dall’inizio di questa prima edizione. Improvvisamente parte con un handicap, non avendo sperimentato queste strade in gara per tre giorni.

“Tutti qui hanno un anno più esperienza di me in questo rally, mentre l’anno scorso è stato un nuovo rally per tutti, quindi sarà un po’ difficile per me”, ha detto, “ma ho già passato questa situazione e ho cercherà solo di gestirlo nel miglior modo possibile”.

Rovanperä ha dato una lunga occhiata ai video dell’anno scorso con il suo co-pilota Jonne Halttunen: “Tutti dicono che le tappe erano piuttosto dure, perché il grip cambiava continuamente, e lo si può vedere nei video delle telecamere di bordo”.

Principale conseguenza di un inizio di stagione positivo (4° a Monte-Carlo, vincitore in Svezia), il giovane Kalle, 21 anni, è 14 punti di vantaggio sul leader della Hyundai Thierry Neuville. Include nove punti raggiunti in Power Stage, su dieci possibili, che danno un’idea del suo livello di prestazione.

Il finlandese Kalle Rovanperä e il suo compagno di squadra Jonne Halttunen sul podio del rally svedese dove i belgi Thierry Neuville e Martjin Wydeghe sono arrivati ​​2°, il 27 febbraio 2022 a Umea
Il finlandese Kalle Rovanperä e il suo compagno di squadra Jonne Halttunen sul podio del rally svedese dove i belgi Thierry Neuville e Martjin Wydeghe sono arrivati ​​2°, il 27 febbraio 2022 a Umea Micke FRANSSON TT NEWS AGENCY/AFP/Archivio

Evans su un terreno familiare

Da parte sudcoreana, Neuville sa che la stagione sarà lunga e dovremo essere coerenti per sfruttare la rivalità interna alla Toyota. Il belga, 6° a Monte-Carlo e 2° in Svezia, troverà in Croazia terreno favorevole per l’agilità della sua Hyundai.

È l’altro grande favorito alla partenza dei 291 km cronometrati, distribuiti su 20 prove speciali, dopo una pausa di due mesi dalla Svezia, che è stata “molto utile, con una maggiore motivazione attraverso il podio in Svezia”, ​​riassume Julien Moncet, uno dei capi di Hyundai Motorsport.

“E’ un evento molto impegnativo, il grip è molto basso e le strade possono essere molto sporche, oltre ad essere molto strette”, ha detto Neuville, 3° lo scorso anno, che teme anche “le tante curve cieche, dossi e corde (sporche) “.

Anche il suo compagno di squadra Ott Tänak, campione del mondo 2019, punterà alla vittoria, dopo essere arrivato 4° lo scorso anno, così come Evans, che ha saltato l’inizio di stagione (21° a Monte-Carlo, ritiro in Svezia) ma è arrivato 2°. l’anno scorso, alle spalle di Sébastien Ogier, dopo un’emozionante finale.

“Non è un rally facile, ma l’anno scorso è andato bene per me”, ha detto Evans. “Ci sono cose che ho imparato che torneranno utili. Abbiamo provato su strade molto scivolose, simili a quelle che incontreremo qui”.

Il pilota britannico Elfyn Evans dopo il Gran Premio di Catalunya il 17 ottobre 2021 a Salou
Il pilota britannico Elfyn Evans dopo il Gran Premio di Catalunya il 17 ottobre 2021 a Salou Pau BARRENA AFP/Archivio

Una cosa è certa, la banda dei quattro (Rovanperä, Evans, Neuville e Tänak) ha tutto l’interesse ad approfittare di questo rally per fare punti importanti, perché in un solo mese, in Portogallo, i due Sébastien, Loeb e probabilmente Ogier , torneranno nella terra che amano, per divertimento. Sarà una storia diversa.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Biden aumenta gli aiuti militari ed economici; Zelensky mette in guardia contro i falsi referendum sull’indipendenza nei territori occupati

Paris Book Festival: l’ultima festa prima della ristrutturazione – Libri