in

Secondo l’esercito americano, un oggetto interstellare si è effettivamente schiantato sulla Terra

SPAZIO – La scoperta era passata quasi inosservata nel 2014. In quel momento, però, un oggetto interstellare si era schiantato sul nostro pianeta. Una meteora era stata avvistata prendere fuoco nei cieli vicino a Papua Nuova Guinea, probabilmente per terminare il suo corso nel Pacifico meridionale.

Fino ad oggi, la nota su questo evento è rimasta riservata dal governo degli Stati Uniti e dal comando spaziale degli Stati Uniti. Tuttavia, questo ramo del Pentagono ha emesso un comunicato stampa il 7 aprile confermando la scoperta della prima meteora interstellare mai avvistata.

Questa nota permette così di ottenere finalmente la peer review e la pubblicazione dello studio condotto congiuntamente dai ricercatori Amir Siraj e Abraham Loeb, pubblicato nel 2019. La convalida della veridicità della loro ricerca è stata precedentemente paralizzata dalla natura senza precedenti della scoperta che alcuni dati non erano stati trasmessi dalle autorità statunitensi.

Un oggetto non identificato da molto lontano

La scoperta della meteora, che era larga solo pochi metri, segue i recenti rilevamenti di altri due oggetti del sistema solare interstellare noti come Oumuamua nel 2017 e la cometa Borisov nel 2019, che erano molto più grandi e non si avvicinavano al contatto con la terra.

All’epoca, la scoperta di Oumuamua aveva avanzato molte teorie, immaginando l’oggetto interstellare come un velivolo alieno. Tuttavia, si è scoperto che la stella non era altro che un frammento di un pianeta di un altro sistema solare.

Fu dopo la scoperta di Oumuamua che Amir Siraj e il coautore Abraham Loeb furono ispirati a cercare possibili palle di fuoco interstellari. Poi hanno individuato un oggetto che è esploso vicino all’isola di Manus l’8 gennaio 2014 a una velocità insolitamente alta, più di 130.000 miglia orarie. Questa velocità, affermano i ricercatori, è un segno di “una possibile origine dall’interno profondo di un sistema planetario o da una stella nel disco spesso della Via Lattea”.

Un tesoro per la scienza

“Mi piace pensare al fatto che abbiamo materiale interstellare che è stato consegnato sulla Terra e sappiamo dove si trova”, ha detto Amir Siraj a Vice. quest’ultimo ora vuole provare a rimuovere eventuali detriti dall’oggetto. “Una cosa che guarderò, e di cui parlerò già con le persone, è se è possibile cercare i fondali oceanici al largo della Papua Nuova Guinea e vedere se riusciamo a trovare frammenti”.

Le possibilità di trovare questo corpo interstellare sono scarse, tuttavia, poiché tutti i resti della palla di fuoco probabilmente sono atterrati in piccole quantità in una regione disparata del Pacifico meridionale, rendendoli ancora più difficili da trovare.

“Sarebbe una grande impresa, ma la esamineremo molto a fondo perché l’opportunità di ottenere il primo pezzo di materiale interstellare è abbastanza eccitante per indagare a fondo e parlare con tutti gli esperti del mondo sulle spedizioni oceaniche per recuperare meteoriti.” ”, spiega il ricercatore.

Una scoperta che chiede agli altri

Questa meteora interstellare è un segno che il sistema solare potrebbe essere inondato di materiale proveniente da altre galassie e persino da altre galassie, che potrebbero essere scoperte da ricerche future. Tali sforzi potrebbero fornire scorci di mondi al di là della nostra galassia, mentre forse anche portare alla luce veri e propri tesori interstellari sul nostro pianeta.

“Data la rarità delle meteore interstellari, le meteore extragalattiche saranno ancora più rare”, ha affermato Amir Siraj di Vice. Quest’ultimo aggiunge, però, “che in futuro non troveremo nulla se non lo cerchiamo. Come scienziati, potremmo costruire una rete ampia quanto la rete di sensori del governo degli Stati Uniti e utilizzarla per scopi scientifici e sfruttare appieno l’atmosfera”.

Vedi anche suL’HuffPost: la missione Ax-1 Sightseeing di SpaceX è arrivata in sicurezza sulla ISS

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

La risposta di Simeone alle critiche di Guardiola

Fuori dal comune. Scopre dipinti che valgono oro in un contenitore della spazzatura