in

Settimana dell’arte con il museo mobile

San Romain Lachalm. Settimana dell’Arte nel Pays de Montfaucon. La Comunità dei Comuni del Pays de Montfaucon ha ospitato da lunedì 11 a sabato 16 aprile il Museo Mobile, MuMo, una galleria d’arte contemporanea ospitata in un autotreno.

Su proposta di un’associazione nazionale, il MuMo incontra gli abitanti delle campagne per far loro scoprire, come nel museo, opere provenienti dalle collezioni del Fondo Regionale per l’Arte Contemporanea dell’Alvernia, con sede a Clermont-Ferrand. I mediatori del patrimonio accolgono i visitatori per condividere i loro sentimenti ed emozioni con le opere in mostra.

Lunedì 11 aprile i bambini delle scuole di Saint-Romain-Lachalm, Marcel-Aymé di Lichemiaille e Saint-Joseph sono venuti al MuMo, parcheggiato nel parcheggio della palestra di Dunières.

La Spagna attraverso il ritratto di Maria

In particolare, hanno scoperto il ritratto di Maria di Pierre Gonnord. Classe 1963, Pierre Gonnord è un fotografo ritrattista specializzato nella fotografia delle cosiddette popolazioni marginali: zingari, punk, immigrati… L’artista, che si è stabilito in Spagna dal 1988, si è fermato nel 2006 per tre mesi in una comunità gitana a il sud del paese. Maria, l’anziana della comunità, inizialmente non voleva farsi fotografare. Ma quando ha cercato di vedere gli altri “avere i loro ritratti disegnati”, alla fine si è prestata alla pratica.

Giocare con il chiaroscuro mette in risalto i lineamenti di questa donna, che sta eretta nonostante il peso degli anni che si leggono sul suo volto. Il velo sui suoi capelli, i suoi abiti scuri suggeriscono la vedovanza, ma Maria ci guarda con sicurezza.

“Il ritratto non è mai solo la storia della persona fotografata, ma è ‘sotto la pelle’ dell’altra persona, sotto la mia stessa pelle. Credo che l’autore ci metta molto di sé, sotto la pelle del nostro mondo, del nostro tempo e dei nostri contemporanei”.

Ogni foto di Pierre Gonnord presenta ricordi della pittura spagnola del XVII secolo e secolo sembra nascere.

truppe locali

Parallelamente alle visite al MuMo, hanno visto anche gli studenti delle scuole primarie L’armadio fantastico , un’opera teatrale di l’Envolante, compagnia di Monastier-sur-Gazeille che rivisita diverse opere del museo Crozatier di Le Puy. Gli asili dalla loro parte sono andati a vedere E domani crescerai della compagnia Poudre d’Amsperluette, e ha partecipato a un laboratorio musicale offerto da Christine Bouret, una relatrice musicale, che ha offerto loro un viaggio melodico basato su un album di letteratura per bambini.

La Comunità dei Comuni ha organizzato laboratori, visite e la rotazione dei bus per tutte le scuole, come anticipazione dei progetti didattici artistico-culturali che potrebbero emergere sul territorio nei prossimi mesi.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

I segreti di Silente vince la giornata – SeriesDeFilms

L’aereo porta all’evacuazione del Campidoglio di Washington