in

“Star Académie”: l’inchiesta della stagione con Lara Fabian

A pochi giorni dalla finale di “Star Académie”, Lara Fabian ha accettato di fare il punto su questa stagione, che ha messo in mostra una vasta gamma di nuovi talenti.

• Leggi anche: “Star Académie”: Camélia e Olivier se ne vanno a testa alta

• Leggi anche: Eloi e Krystel in finale

Dopo aver condotto un’autopsia di Variety con gli accademici ogni domenica sera, Lara Fabian valuta candidamente il suo lavoro a capo dell’Accademia con passione e umiltà.

“Direi che ho fatto del mio meglio, con un cuore aperto, a volte zoppicando in momenti più emotivi o commoventi, ma sempre con molta onestà, sincerità e integrità”, ha detto in un’intervista.

Ammette anche ridendo che il regista avrebbe potuto afferrare il suo famoso bisturi alcune volte durante la stagione. “Dipende dalle circostanze, ma ci sono momenti in cui me lo sono meritato anche io”.

Grazie al lavoro del corpo docente, due accademici, molto diversi tra loro, sono riusciti ad arrivare alla finale che incoronerà il grande vincitore di questa stagione. Da un lato, Eloi Cummings si evolve in uno stile tradizionale del Quebec, sfruttando il suo fascino naturale. D’altra parte, Krystel Mongeau è una voce straordinaria che può cantare qualsiasi cosa con facilità e grazia. “Questa antinomia è completamente rappresentativa della stagione che abbiamo appena vissuto”, ammette il regista. Penso che sarà una finale molto interessante con persone completamente diverse”.

gallina madre

Lara Fabian ha spesso affermato che tramandarlo ad altre generazioni permette anche di conoscere meglio se stessi. Questa stagione non fa eccezione. “Ho imparato che puoi disimparare”, spiega. Questo è particolarmente vero per me. A volte abbiamo trent’anni di esperienza e pensiamo di aver cristallizzato certe certezze. Ma alla “Star Académie” siamo costretti a reinventarci ogni giorno per permetterci di trovare altri strumenti e altri elementi. Mi sono anche reso conto che avremmo potuto iniziare su un terreno sconosciuto per trovare diverse fonti a cui contribuire. Questo è ciò che ho trovato più interessante”.

Se c’è una cosa che ricorderà a lungo, è senza dubbio la completa trasformazione di Olivier Bergeron, che l’ha commossa molto. “Il fatto che Olivier si sia improvvisamente convinto di aver trovato la sua strada e attraverso questa esperienza ha deciso di prendere in mano il suo sogno invece di accontentarsi di una vita che in realtà non voleva. È impressionante”.

Inoltre, non è perché la stagione stia volgendo al termine e ognuno debba reggersi con le proprie gambe ora che il regista è completamente disinteressato al futuro degli Academics. “Penso che, che si tratti di Gregory Charles, Guylaine Tremblay e me, daremo sempre uno sguardo, anche distaccato, a quello che stanno facendo. Ci interesserà sempre”.

Ritorno del cantante

Questa domenica, la cantante torna al servizio con i suoi studenti per una canzone, il cui contenuto non ha voluto rivelarci. “Posso dire che è un regalo meraviglioso. Anche se siamo insegnanti, non nascondiamo mai la professione di artista che ci definisce fin dall’inizio. Saremo sul palco con diversi artisti, sarà bellissimo.

Lara Fabian tornerà anche sul palco in Quebec e Montreal nel giugno del prossimo anno, prima di girare l’Europa in autunno. “Sono passati due anni da quando ho smesso di cantare, forse nelle ultime settimane ho tenuto la voce meno bene di quanto avrei voluto. Ma tornerò presto. Non è facile. Un giorno alla volta e dovrei arrivarci. Pierre-Yves, il mio insegnante di canto, è molto presente al mio fianco in questo lavoro.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Apple perde questa grande causa, l’azienda si aspetta il peggio

L’esercito francese accusa i mercenari russi di manipolazione nel Sahel