in

Starlink privato delle frequenze in Francia dopo una decisione del Consiglio di Stato

4

Fermati per Starlink in Francia. Il Consiglio di Stato ha approvato il ricorso delle associazioni ambientaliste Priartem e Agir pour l’environnement contro il servizio di accesso a Internet via satellite lanciato da Elon Musk.

Se Elon Musk si è vantato da quando è diventato l’azionista di maggioranza di Twitter, ha tutte le possibilità di rimanere disilluso dalla situazione di Starlink in Francia. E giustamente, il servizio di accesso a internet via satellite lanciato dal miliardario americano ha appena subito una grave battuta d’arresto in Francia, una decisione del Consiglio di Stato che ha accolto l’appello delle associazioni ambientaliste Priartem e Agir pour l’milieu. Io, François Lafforgue, legale delle due associazioni, ho indicato che tale decisione vietava a Starlink di utilizzare le frequenze hertz che beneficiavano del servizio, il che dovrebbe quindi portare alla sospensione immediata di quest’ultimo.

collegamento a stella

© Getty — Nina Lyashonok/Ukrinform/Future Publishing

Andando in direzione delle associazioni dei denuncianti, il Consiglio di Stato si è pronunciato contro l’Autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni (Arcep), che aveva assegnato due bande di frequenza a Starlink nel febbraio 2021. Tuttavia, il tribunale amministrativo accusa Arcep di non aver svolto una consultazione pubblica prima di concedere la licenza per l’esercizio delle frequenze, consentendo al servizio di Elon Musk di collegare i suoi satelliti ai terminali degli utenti francesi. Agli occhi del Consiglio di Stato, questo approccio era “potrebbe avere un impatto significativo sul mercato della fornitura di accesso a Internet ad alta velocità e impatto sugli utenti”† Stephen Kerckhove, Delegato Generale per l’Ambiente, accoglie con favore la decisione del Consiglio di Stato, che “manda un segnale a chi confonde la velocità con la fretta”

Lanciata in Francia nel maggio 2021, l’offerta Internet satellitare Starlink è stata una soluzione interessante per fornire connettività a banda larga in aree con scarso accesso in fibra o addirittura ADSL, soprattutto nelle zone rurali. Ma il progetto ha subito incontrato l’opposizione di alcuni funzionari locali eletti. In questo contesto, Starlink ha rinunciato a due delle tre stazioni che la controllata Space X voleva installare in Francia all’inizio di quest’anno.

Su richiesta di Starlink, Arcep ha quindi ritirato le licenze per l’utilizzo delle frequenze per le stazioni previste a Saint-Senier-de-Beuvron (Manche), dove il municipio di Saint-Senier aveva emesso un “ordinanza di opposizione” nel dicembre 2021, e a Gravelines (Nord), il cui sindaco aveva rifiutato di concedere la licenza edilizia nel primo trimestre del 2021. In questi due luoghi, i residenti erano preoccupati per i possibili effetti delle emissioni di onde di queste stazioni destinate a comunicare con i minuscoli satelliti Starlink. L’ultima stazione Starlink ancora approvata da Arcep si trova a Villenave d’Ornon (Gironda), alla periferia di Bordeaux.

Una costellazione di 12.000 satelliti nel 2025

Ricordiamo che Starlink non si basa su un solo satellite in orbita geostazionaria (circa 36.000 km), come le soluzioni satellitari utilizzate in precedenza, ma su un gran numero di piccoli satelliti (260 kg) schierati in orbita terrestre bassa (in cluster di 60 ). Questi si muovono a un’altitudine di circa 550 km e comunicano con stazioni di ritrasmissione a terra, che hanno il compito di trasmettere i dati che ricevono da un collegamento in fibra ottica. La connessione all’utente avviene solo tramite una piccola parabola che viene automaticamente puntata sui satelliti Starlink.

Per essere il primo “ricostruire Internet nello spazio”, ambizione dichiarata nel 2015, SpaceX prevede di lanciare in orbita un totale di 12.000 satelliti Starlink entro il 2025. Ma Elon Musk prevede di lanciarne altri 30.000 per raggiungere un totale di 42.000 satelliti e permettergli di inondare il mondo con una connessione Internet a banda larga. Starlink ha già lanciato nello spazio quasi 2.000 satelliti, di cui poco più di 1.500 attualmente attivi. Ad oggi, il servizio vanta oltre 100.000 abbonati in tutto il mondo.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

I paesi baltici cercano di sbarazzarsi del gas russo

La reazione esilarante di Ousmane Dembele quando riceve notizie da Lopetegui (video)