in

Stellantis: Macron trova lo stipendio di Carlos Tavares “scioccante”

Il capo dello Stato ha risposto alla polemica. Emmanuel Macron questo venerdì, 15 aprile, ha valutato “scioccante ed eccessivo” lo stipendio di Carlos Tavares, direttore generale del gruppo automobilistico Stellantis. Il Presidente eletto ha inoltre indicato che sarebbe necessario fissare “massimali” di remunerazione a livello europeo.

“Dobbiamo combattere in Europa per ottenere un risarcimento che non possa essere abusato”, ha detto venerdì Emmanuel Macron in un’intervista a franceinfo.

“Dobbiamo fissare dei limiti e avere una governance per la nostra Europa che renda le cose accettabili, altrimenti la società a un certo punto esploderà. Le persone non possono avere problemi di potere d’acquisto (…) e vedere questi importi”, ha aggiunto.

“Quello che dobbiamo saper fare è, come abbiamo fatto con la tassazione minima e la lotta all’evasione, convincere i nostri partner europei ad attuare una riforma che permetta di monitorare la remunerazione dei nostri dirigenti” continua. discusso. Il capo dello Stato ha anche ricordato che Stellantis “aveva il suo consiglio di amministrazione e la sua direzione in Olanda”.

66 milioni di euro con bonus

Carlos Tavares, boss del gruppo automobilistico Stellantis, dovrebbe ricevere uno stipendio di 66 milioni di euro solo per il 2021, se entro il 2028 si raggiungeranno ambiziosi obiettivi a lungo termine.

In concreto, lo stipendio è composto da una parte fissa di 19 milioni di euro, a cui si aggiungerebbero bonus, piano azionario gratuito e un compenso a lungo termine, per un totale di 47 milioni di euro. “O ci diciamo perché non lo faccio, o ci diciamo che è inammissibile e lo è”, ha aggiunto il presidente della repubblica.

Ricordiamo che il gruppo automobilistico Stellantis (PSA Peugeot-Citroën, Fiat e Chrysler) ha realizzato un utile netto di oltre 13 miliardi di euro nel 2021. Diverse organizzazioni sindacali si sono ribellate contro Carlos Tavares a questo proposito.

Secondo la società Proxinvest, che pubblica una classifica annuale dei compensi dei dirigenti, l’amministratore delegato della quarta casa automobilistica mondiale è “il più pagato nella storia”, con un compenso “13 volte superiore” alla media. il CAC40.

Emmanuel Macron ha parlato anche in tutto il Paese di “cambiare il patto per la condivisione del valore aggiunto in azienda” perché secondo lui “quando paghiamo gli azionisti, dobbiamo pagare i dipendenti attraverso la partecipazione/partecipazione agli utili e/o attraverso il bonus potere d’acquisto”.

Ha citato una misura del suo progetto che mirava, tra l’altro, ad aumentare il bonus Macron a 6.000 euro.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Benjamin Castaldi: questo fantastico stipendio ha rifiutato M6

Ibrahimovic superato dal peso degli anni