in

Su Netflix e OCD: 3 serie emozionanti da guardare stasera

Su Netflix e OCD: 3 serie emozionanti da guardare stasera

Se i redattori di CNET France non possono consigliarti sulla votazione di domenica, possono sicuramente consigliarti film e serie di qualità da guardare o rivedere questo mercoledì sui servizi di streaming SVoD. All’ordine del giorno la nascita dell’Inghilterra, la guerra in Mali e un incendio dalle conseguenze disastrose.

Prova il DOC gratuitamente >

Scopri stasera: L’ultimo regnosentinelle e Bazar di beneficenza

Quale serie guarderai o rivedrai stasera su Netflix e OCD?

Una serie inebriante: L’ultimo regno (Netflix)

Contenuti brevi

Nel IX secolo, l’Inghilterra era solo un insieme di regni che combatterono instancabilmente contro l’invasione vichinga. Uhtred, figlio di un nobile sassone, da bambino viene rapito dai Vichinghi e da adulto deve scegliere tra la sua terra natale e le persone che lo hanno cresciuto.

Il parere di CNET Francia

Sulla scia di altre serie su un ambiente medievale come Game of Thrones e VichinghiL’ultimo regno propone di immergere lo spettatore in un’epoca dominata dalla fede, dalla guerra e dalla sete di potere.

La nascita dell’Inghilterra è raccontata attraverso la storia di Uhtred e, sebbene la serie non segua alla lettera i fatti storici, offre comunque una trama solida che mantiene lo spettatore assorto mentre le stagioni seguono. Detto ciò, L’ultimo regno si basa non solo su una narrazione ben eseguita, ma anche su un’attenta realizzazione, una colonna sonora coinvolgente e attori profondamente coinvolti con i loro personaggi.

Tra l’intensità delle battaglie ei frequenti tradimenti politici che seminano guai nei regni che poi formeranno l’Inghilterra, le avventure di Uhtred non sono facili e delizieranno gli appassionati di narrativa storica e medioevale.

Mentre la quinta stagione di L’ultimo regno recentemente conclusa su Netflix, la serie giungerà alla sua vera conclusione in un film che sarà presto disponibile sulla piattaforma di streaming intitolato Sette re devono morire† Quindi, con cinque stagioni e un lungometraggio in vista, L’ultimo regno qualcosa con cui occupare le tue serate.

  • Guarda il trailer della serie:

Una serie coinvolgente: Sentinelle (OCS)

Contenuti brevi

In Mali, la sezione del tenente Collet, schierata nell’ambito dell’operazione Barkhane, è dedicata alla ricerca dei terroristi. Ma dopo un agguato dalle conseguenze drammatiche, si riaccendono le tensioni tra l’esercito e la popolazione maliana, che accetta sempre meno la presenza francese.

Il parere di CNET Francia

In anteprima al Series Mania Festival lo scorso marzo, sentinelle è una serie raramente vista nelle produzioni televisive francesi.

Offre uno sguardo interessante sulla presenza francese in Mali raffigurando soldati che sperano di fare bene, così come residenti che vedono le loro terre devastate dalla guerra e sempre meno in grado di digerire l’interferenza di un esercito che li sta aspettando. essere lì. Ciò su cui si concentra la serie sono quindi le persone, e questo lo rende un programma potente.

Dietro l’uniforme ci sono uomini e donne che devono obbedire, sopravvivere e fare sacrifici. La complessità dei personaggi è magnificamente messa in scena da un’attenta produzione che mette lo spettatore in campo con questi soldati.

Sotto il sole cocente africano, la tensione è palpabile e lo spettatore è coinvolto in questa storia di un’imboscata che finisce in un errore e non fa che accentuare la sofferenza di un popolo che si sente non sostenuto dal proprio governo, né dall’esercito francese. † Insomma, un argomento complesso che è ancora attuale e di cui sentinelle interviene brillantemente.

sentinelle va in onda su OCD e disponibile anche per gli abbonati myCanal attraverso il pacchetto Cine Series

Iscriviti a Canal+ >

  • Guarda il trailer della serie:

Una toccante miniserie: Il bazar della carità (Netflix)

Contenuti brevi

A Parigi, il 4 maggio 1897, il devastante incendio del Bazar de la Charité, un edificio che ospitava un evento di beneficenza molto popolare, uccise più di 120 persone, per lo più donne. Questo dramma sconvolge poi la vita di tre donne, Adrienne De Lenverpre, Alice De Jeansin e la sua serva Rose Rivière.

Il parere di CNET Francia

Questa creazione di TF1, andata in onda sul canale terrestre nel 2019, mette in luce tre donne le cui vite cambiano dopo una tragedia. Tra furto d’identità, amori proibiti e conflitto sociale, Bazar di beneficenza è una miniserie amata dal grande pubblico francese, con al centro il destino delle eroine del XIX secolo.

In testa al cartellone troviamo le habitué dei programmi realizzati in TF1, Audrey Fleurot, Julie de Bona e Camille Lou, tutte convincenti nei loro ruoli. Il fuoco del bazar è l’ancora della miniserie e fornisce un caustico punto di partenza per la storia.

La messa in scena del dramma è molto ben fatta e il resto della serie fatica a reggere altrettanto bene. Detto questo, gli amanti della narrativa romantica troveranno i loro resoconti Bazar di beneficenza e sarà interessato ai molti ostacoli che le sue eroine devono affrontare.

Se la narrazione si esaurisce un po’ sugli otto episodi della serie, saremo comunque felici del tentativo di raccontare una storia che va (leggermente) fuori dai sentieri battuti della narrativa francese su TF1.

Abbonati a Netflix >

  • Guarda il trailer della serie:

Leggi anche:

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Ritorno a Monkey Island: tornano gli “Avengers of point & click”.

Il berretto di un legionario francese trovato a Mariupol? Attenti a queste immagini