in

Sviluppo sostenibile e pace uniti nello sport

  • Nel 2022 il tema della Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace è: “Garantire un futuro sostenibile e pacifico per tutti: il contributo dello sport”

  • L’ONU esamina il ruolo dello sport nella risposta alla crisi climatica

  • La FIFA è in testa a causa di vari obblighi climatici

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo, rafforzare i legami nella società, incoraggiare lo sviluppo, la pace, la solidarietà e il rispetto per tutti. Ecco perché l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 6 aprile Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace (IDSDP) nel 2013. Questa data coincide infatti con l’inaugurazione dei primi Giochi Olimpici moderni ad Atene, nel 1896. Il tema generale dell’edizione 2022 dell’IDSDP è: “Garantire un futuro sostenibile e pacifico per tutti: il contributo dello sport”. Quest’anno l’Onu ha scelto di concentrarsi sul ruolo dello sport nella risposta alla crisi climatica, attraverso “azioni volte a ridurre le emissioni di gas serra e limitare il riscaldamento globale”.

Nel 2016, la FIFA è stata la prima federazione sportiva ad aderire al quadro delle Nazioni Unite per il clima nello sport, che offre a federazioni sportive, associazioni, squadre, atleti e sostenitori l’opportunità di mobilitarsi per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Questo impegno si è tradotto in azioni concrete a beneficio del pianeta, soprattutto durante le principali competizioni FIFA. La FIFA ha misurato, implementato e compensato le strategie di riduzione delle emissioni di gas serra relative alla Coppa del Mondo FIFA 2014 in Brasile™ e alla Coppa del Mondo FIFA 2018 in Russia™. Continuerà nello stesso modo quest’anno in Qatar. FIFA e Qatar si sono persino impegnati a offrire una Coppa del Mondo FIFA ™ completamente carbon neutral per stabilire nuovi standard ambientali nella regione. La FIFA vuole mettere l’immenso potere del calcio al servizio dello sviluppo sostenibile e della lotta ai cambiamenti climatici, attraverso una serie di misure e accordi.

Alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) nel novembre 2021, la FIFA si è impegnata a raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2040. La FIFA ha anche pubblicato la Strategia FIFA per il clima, che include diverse iniziative, modi concreti per: ● formare i lavoratori del calcio sulle questioni climatiche e sulle soluzioni efficaci per il clima; ● cambiare le regole e le attività del calcio per renderlo più resiliente agli effetti futuri e attuali del riscaldamento globale; ● ridurre le emissioni di carbonio della FIFA e del calcio per contribuire agli obiettivi dell’Accordo di Parigi e dell’Accordo sullo Sport per l’Azione per il Clima; e ● investire nella protezione del clima e sostenere le parti interessate del calcio con l’esperienza degli impatti dei cambiamenti climatici.

Il 1 aprile 2022, la FIFA e il Forum delle Isole del Pacifico hanno firmato un memorandum d’intesa a margine del 72° Congresso FIFA a Doha. Pertanto, le due entità intendono sensibilizzare l’opinione pubblica sulle azioni contro il riscaldamento globale, al fine di limitare l’innalzamento della temperatura a 1,5 gradi Celsius. L’obiettivo è anche quello di promuovere iniziative di sviluppo del calcio rispettose del clima.

L’ultimo rapporto sulla sostenibilità della Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022™ mostra gli effetti positivi delle misure adottate dagli organizzatori sullo sviluppo sostenibile, come il primo programma di compensazione delle emissioni di carbonio della regione o il premio GSAS di quattro stelle a cinque degli otto stadi del concorso per la progettazione e la costruzione.

Determinata a raggiungere i suoi obiettivi nella lotta al cambiamento climatico, la FIFA celebra con entusiasmo la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace. Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha riflettuto in questa occasione: “Spetta a noi usare il potere e la popolarità del nostro sport per affrontare questo problema critico in un momento cruciale della nostra storia”. Intervenendo al sorteggio della finale della Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022™, il presidente Infantino ha ricordato: “Stiamo attraversando tempi difficili”. Occasioni per ritrovarsi serenamente per festeggiare insieme. Questo è il ruolo della Coppa del Mondo. Attraverso di noi, la comunità calcistica invia una preghiera ai leader, ma anche a tutte le persone del mondo: per favore, ponete fine a conflitti e guerre”. Questo messaggio rimane più che mai attuale, non solo in questa Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace. , ma tutti i giorni dell’anno.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Quali professioni assumeranno di più in Francia quest’anno?

Kim Garam di LE SSERAFIM accusato di bullismo a scuola, risponde Hybe