in

Svizzera: cospiratore armato ucciso dalla polizia dopo aver rapito un alto funzionario del vaccino

Svizzera: cospiratore armato ucciso dalla polizia dopo aver rapito un alto funzionario del vaccino
Svizzera: cospiratore armato ucciso dalla polizia dopo aver rapito un alto funzionario del vaccino

Dramma su uno sfondo di cospirazione. Un uomo è stato brevemente rapito nel cantone di Zurigo, in Svizzera, il 31 marzo. Un rapimento che ha portato al violento arresto di un sospetto tedesco, che mercoledì è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dalla polizia e ha sparato a una donna durante l’incidente.

Inizialmente, la polizia svizzera aveva taciuto sulla sparatoria di mercoledì sera, nonché sul nome e sulla posizione della vittima del rapimento. Ma diversi media svizzeri citando fonti informate, tra cui il Tagesanzeiger e il sito Heidi.news, hanno rivelato sabato che l’uomo rapito è il capo della Commissione federale sulle vaccinazioni. Una decisione del tribunale citata da Le Temps impedisce la divulgazione della sua identità, al fine di garantirne la protezione.

Questa Commissione della Confederazione è composta da esperti indipendenti che svolgono un ruolo importante come mediatore tra il governo, gli ambienti professionali e la popolazione nel campo della vaccinazione.

Proponente della teoria della terra piatta

Questo comunicato stampa dà una svolta completamente diversa a questa vicenda. Il 38enne tedesco, precedentemente sconosciuto alla polizia cantonale, è ricercato dalle autorità dal 31 marzo, sospettato di essere l’autore del breve rapimento.

Il motivo del rapimento non è ancora chiaro. Secondo il media svizzero Watson, il presunto rapitore era anche in stretto contatto con teorici della cospirazione e “Flat Earthers” (persone che credono che la Terra sia piatta).

La polizia sapeva che il tedesco aveva armi da fuoco e così ha chiamato un’unità di intervento per arrestarlo quando è stato avvistato a Wallisellen, una città non lontano dalla capitale finanziaria del paese alpino.

Sparatoria durante l’arresto

L’unità di intervento ha cercato di arrestarlo mercoledì sera, ma l’uomo ha improvvisamente estratto una pistola e ha sparato, uccidendo una giovane donna di 28 anni, che, secondo la polizia, sarebbe la sua compagna. L’unità di risposta ha risposto al fuoco, ferendo a morte il sospetto.

La polizia ha trovato armi e munizioni durante la perquisizione di un appartamento a Wallisellen dove si diceva si trovasse il sospetto, ha detto questa settimana.

La ricerca è ancora agli inizi. L’esatto corso della sparatoria, gli eventi legati al rapimento e il movente del tedesco sono oggetto di indagine in corso. È svolto dalla Procura della Repubblica in collaborazione con la Polizia cantonale di Zurigo e l’Istituto di medicina legale dell’Università di Zurigo.

Secondo l’agenzia svizzera ATS, uno svizzero di 34 anni è stato arrestato giovedì in un vicino cantone di Zurigo e deferito al pubblico ministero. Ha qualcosa a che fare con il rapimento.

In Svizzera, il movimento antivax e anti-health pass, molto virulento sui social network, ha mobilitato regolarmente diverse migliaia di persone nel 2021 durante manifestazioni in tutto il Paese.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’oroscopo di domenica 10 aprile 2022

L’oroscopo di domenica 10 aprile 2022

Djokovic nell’ignoto, Alcaraz forte nelle certezze

Djokovic nell’ignoto, Alcaraz forte nelle certezze