in

Televisione. I fratelli belgi Lucas e Nicolas vincono il “Beijing Express”

Dopo quattro intensi sprint a Dubai, i fratelli belgi Lucas e Nicolas hanno vinto la finale del “Beijing Express” sulla M6, dopo aver attraversato quattro paesi e gareggiato per 35 giorni.

Una performance da record

Come grandi favoriti per questa finale, avevano sorvolato il resto della competizione, vincendo il record per la coppia di vincere il maggior numero di tappe nella storia dello spettacolo. Sulla linea di partenza di questa finale, avevano otto amuleti al collo su dieci in gioco (vinto con ogni vittoria di fase). Jérémy e Fanny, i giovani genitori di Ain che non hanno nascosto la loro diretta rivalità con i fratelli belgi durante le precedenti trasmissioni, se ne sono andati con solo 20.000 euro potenziali sui 100.000 divisi tra le coppie.

Eventi sensazionali a Dubai

Le due coppie hanno gareggiato intorno a eventi ad alta quota. Mentre lo spettacolo ormai ci ha abituato al bungee jumping o anche alle gigantesche zipline, come quella che hanno dovuto scendere in semifinale, è stato a dir poco un lancio con il paracadute quello che attendeva i concorrenti stasera. Se i fratelli si sono mostrati imperturbabili e determinati, questa prova è stata quasi insormontabile per Fanny, che era già stata in grossi guai durante l’evento zipline. Alla fine ha superato la sua paura dell’altezza e si è innalzata al di sopra delle Palm Islands. “L’hai fatto! L’hai fatto! Jérémy non è tornato all’atterraggio.

Dopo il lancio con il paracadute, il tema del volo è proseguito con una corsa di droni da pilotare su un percorso ad ostacoli. Questa è la prova che più ha turbato Lucas e Nicolas, contro Jérémy che già sapeva pilotare un drone. Infine, abbiamo dovuto ricostruire il gigantesco puzzle di un’aquila reale, raffigurante questa quindicesima stagione.

Massimo profitto raggiunto

Come ogni anno per la finale del “Beijing Express”, le coppie potrebbero prendere soldi dagli avversari arrivando prime in ogni sprint. Al prezzo di dieci euro al secondo di ritardo, la minima deviazione era molto costosa. Nel primo sprint, Lucas e Nicolas sono arrivati ​​con otto minuti di vantaggio sugli avversari. Fanny e Jérémy, a loro volta, hanno alzato il loro gatto nella seconda gara, conducendo di tre minuti. Ma i fratelli hanno riconquistato il comando nel terzo sprint, riguadagnando tutti i soldi della coppia.

È quindi con una posta in palio di 100.000 euro, il massimo possibile nel “Beijing Express”, che Lucas e Nicolas sono andati a lavorare nell’ultima gara. Hanno fatto un lavoro impeccabile con le domande sulla memoria poste mentre erano lì. Ma mentre Jérémy e Fanny avevano iniziato l’autostop molto tardi, le due coppie sono finite testa a testa nell’ultimo tratto, aumentando la tensione.

La vittoria fu solo un sollievo maggiore per i fratelli, che caddero l’uno nelle braccia dell’altro. “Ci siamo avvicinati di quanto avremmo mai potuto avvicinarci”, ha concluso Lucas.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Test Xiaomi 12: dimensioni ridotte, autonomia ridotta

La CIA avverte del rischio nucleare di Putin con battute d’arresto