in

Ucraina: membro della famiglia latitante di Putin arrestato dalle forze di sicurezza ucraine

Era uno dei principali obiettivi dei servizi di intelligence ucraini. Si pensava addirittura che si fosse rifugiato a Mosca. Il deputato e uomo d’affari ucraino Viktor Medvedchuk, un oligarca vicino al presidente russo Vladimir Putin e latitante dall’invasione russa dell’Ucraina, è stato arrestato a seguito di una “operazione speciale”, hanno detto le autorità martedì. In serata, Volodymyr Zelensky si è offerto di “scambiarlo” con gli ucraini in cattività.

“Grazie alla SBU. è stata eseguita un’operazione speciale? [les services de sécurité ukrainiens]† allegria! Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sul suo canale Telegram. Agli arresti domiciliari, Medvedchuk era scomparso pochi giorni dopo l’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio.

La SBU ha poi confermato il suo arresto, senza fornire dettagli. “Puoi essere un politico filo-russo e lavorare per anni per lo stato aggressore. Potresti essere in fuga. Puoi persino indossare un’uniforme militare ucraina per travestirti… Ma questo ti aiuterà a sfuggire alla punizione? Affatto ! “ha osservato i servizi di sicurezza su Telegram.

Putin sarebbe il padrino di una delle sue figlie

Il messaggio è accompagnato da una dichiarazione del capo della SBU, Ivan Bakanov, che ha ringraziato i suoi subordinati per aver condotto con successo “questa missione eccezionale e pericolosa”. Viktor Medvedchuk, 67 anni, è agli arresti domiciliari dal maggio 2021 dopo essere stato accusato di “alto tradimento” e “tentativo di saccheggio di risorse naturali in Crimea”, la penisola ucraina annessa alla Russia nel 2014.

Viene presentato come l’uomo forte di Putin in Ucraina. Il magnate della multiattività dei media è stato accusato di aver investito in una raffineria russa, che gli ha permesso di aggirare le sanzioni imposte alla Russia nel 2014 e di fornire carburante al Donbass. I tre canali televisivi sono stati chiusi da Zelensky nel 2021 per propaganda filo-russa.

Il 26 febbraio, due giorni dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, la polizia ucraina ha notato la sua scomparsa durante una visita di sorveglianza. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha rifiutato di commentare il suo arresto alle agenzie di stampa russe, dicendo: “Ci sono molti impostore (falso) dall’Ucraina” e dice “questo deve essere controllato prima”.

Viktor Medvedchuk, dodicesimo patrimonio in Ucraina nel 2021 con 620 milioni di dollari secondo la rivista Forbes, è noto per i suoi legami con il presidente russo Vladimir Putin che, secondo l’interessato, è il padrino di una delle sue figlie. “Nei paesi post-sovietici, è un legame molto forte, come se provenissi dalla stessa famiglia”, decifrato con la parigina Cécile Vaissié, professoressa all’Università Rennes-II e autrice del libro “Le reti del Cremlino in Francia”.

È il fondatore del partito filorusso “Piattaforma di opposizione”. Per la vita che aveva una trentina di deputati nel parlamento ucraino prima di essere bandito a marzo, in seguito all’attacco russo.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

TPMP: Disagio sul set dopo l’intervento inaspettato di un membro del pubblico durante le elezioni presidenziali

Il mercato azionario di Parigi chiude in calo, ma lontano dai minimi diurni, l’inflazione negli Stati Uniti sembra aver raggiunto il picco, Market News