in

Un secondo film a Cannes per Vicky Krieps

Il 14 aprile Pierre Lescure e Thierry Frémaux, rispettivamente presidente e direttore generale del Festival di Cannes, hanno annunciato la selezione ufficiale di 75e edizione dal 17 al 28 maggio sulla Croisette. E qui abbiamo trovato una coproduzione lussemburghese: Corsage dell’austriaca Marie Kreutzer, coprodotta da Bernard Michaux per Samsa Film con il sostegno del Luxembourg Film Fund (anche Austria, Germania e Francia hanno un accordo finanziario).

È un libero adattamento di un periodo della vita dell’imperatrice Elisabetta austro-ungarica, meglio conosciuta con il soprannome di Sissi. Con l’attrice lussemburghese Vicky Krieps nel ruolo principale, ma anche la connazionale Jeanne Werner (nel ruolo di Ida Ferenczy, una nobildonna ungherese che per qualche tempo fu al servizio dell’imperatrice Elisabetta).

“Corsage”, in parte girato in casa, è stato poi uno dei 15 lungometraggi della selezione ufficiale “Un Certain reverence”, una delle categorie aggiuntive del famoso festival francese.

Una selezione che è stata ampliata a 19 film da questo giovedì sera, il festival annuncia la selezione di altri quattro lungometraggi.

E la felicità non arriva mai da sola, ora che Samsa Film e Vicky Krieps hanno diritto a una seconda visita alla Croisette il mese prossimo, il film “Più che mai” è conservato anche in questa selezione “Un sure consider”.

Una prima foto pubblicata

Una coproduzione che riunisce Lussemburgo (Samsa Film), Francia, Germania e Norvegia, diretta dalla franco-tedesca Emily Atef e anche in parte girata qui, “More than ever” sarà probabilmente molto discussa in Costa Azzurra. Si tratta, infatti, dell’ultimo film girato dall’attore francese due volte creato, Gaspard Ulliel, tragicamente scomparso il 19 gennaio.

Una prima foto di questo lungometraggio è stata pubblicata il 21 aprile dal suo distributore, la società francese Jour2fête. Nel film vediamo Vicky Krieps che si coccola con il suo partner, Gaspard Ulliel. Entrambi interpretano una coppia, Hélène e Mathieu, che stanno felicemente insieme da anni. Il legame che li unisce è profondo. Tuttavia, di fronte a una decisione esistenziale, Hélène parte per la Norvegia da sola per cercare la pace e sperimentare la forza del loro amore.

La prima foto tratta da

La prima foto tratta da “Più che mai”.

(Foto: giorno2festa)

Cinque coproduzioni lussemburghesi: inaudite

Ma la presenza del Lussemburgo a Cannes non si limiterà a questi due lungometraggi. Altre tre coproduzioni riceveranno inoltre l’onore della selezione ufficiale sulla Croisette. Inaudito sulla scala dell’industria cinematografica granducale!

In tal modo, Arka coprodotto da Donato Rotunno (Tarantula Luxembourg) e diretto dall’americano Lotfy Nathan, parteciperà al concorso anche in “Un Certain Prestige”. Mentre “Little Nicolas – cosa aspettiamo per essere felici?”, il film d’animazione, coprodotto da Lilian Eche e Christel Henon di Bidibul Productions, avrà diritto a una “Proiezione Speciale”. Diretto da Amandine Fredon e Benjamin Massoubre, è un adattamento dell’opera di René Goscinny e Jean-Jacques Sempé. Un’opera in 2D, coprodotta con la Francia, che ha beneficiato enormemente del know-how lussemburghese nel campo dell’animazione. L’impaginazione e le decorazioni cromatiche sono state infatti fornite dallo Studio 352 di Contern, mentre il compositing e gli effetti speciali dallo studio Onyx Lux 3D di Lussemburgo. Gli studi Philophon di Bettembourg hanno eseguito il montaggio del suono, gli effetti sonori e il missaggio, mentre la musica del film è stata registrata alla Philharmonie de Luxembourg.

Infine, “Rebel”, coprodotto da Jesus Gonzalez (Calach Films) e diretto dai belgi Adil El Arbi e Bilall Fallahen, avrà una selezione ufficiale di “Midnight screening”.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Gaza lancia razzi su Israele mentre continuano gli attacchi aerei

L’avventura letteraria di CLAUDIA À LA PAGE continua per una seconda stagione su Savoir media – dal 2 maggio – L’initiative