in

Volkswagen apre la strada ad Audi e Porsche per entrare in Formula 1

Il gruppo Volkswagen giovedì ha dichiarato il suo sostegno al progetto delle sue controllate Porsche e Audi di entrare in Formula 1 dal 2026 a condizione che il campionato riesca nella sua trasformazione ecologica.

“La direzione e il consiglio di sorveglianza di Volkswagen, Porsche e Audi hanno approvato i piani per un possibile ingresso dei marchi in Formula 1”, ha detto all’AFP un portavoce della casa tedesca.

“Quindi in linea di principio abbiamo la possibilità di partecipare al campionato dal 2026”, ha detto un portavoce dell’Audi. “Non è stata ancora presa alcuna decisione, siamo nella fase finale delle indagini. †

Diversi piloti di F1, tra cui Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull), hanno accolto con favore questa notizia “molto eccitante” venerdì.

“Penso che sia davvero fantastico avere nuovi costruttori in questo sport, soprattutto quando vedi che ci sono molte squadre che hanno il potenziale per essere grandi squadre”, ha detto il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton, da Melbourne, dove si trova per competere nel Gran Premio d’Australia.

Max Verstappen si è detto “desideroso di vedere cosa porterà il futuro per i team” della F1.

Il capo della Porsche Oliver Blume ha confermato lo studio di un ingresso in Formula 1 a fine marzo, con la stampa che chiedeva “trattative” con la Red Bull.

“Non è stata ancora presa una decisione definitiva”, ha detto un portavoce del marchio.

L’Audi, a sua volta, potrebbe acquistare la McLaren: la Casa ora offre circa 650 milioni di euro per il team britannico, a fronte di un’offerta iniziale di 450 milioni che riteneva l’obiettivo troppo basso, ha riportato domenica il settimanale Automobilwoche.

Altre opzioni, secondo il quotidiano Handelsblatt, passerebbero attraverso la Sauber (presente in F1 con il nome di Alfa Romeo Sauber), la Williams o una collaborazione con l’Aston Martin.

Impegnate come l’intero gruppo Volkswagen in un massiccio cambio elettrico, Audi e Porsche sperano di trarre vantaggio dall’ingresso in Formula 1 per mostrare le loro tecnologie e ambizioni “verdi”.

L’Audi parteciperà al campionato solo “a condizione” che i regolamenti in vigore dal 2026 “prevedano cambiamenti di vasta portata per uno sport più sostenibile”, ha affermato giovedì la portavoce. “Siamo in contatto con la federazione FIA ​​per questo. †

Il capo dell’Audi Markus Duesmann è un grande pilota di moto: prima di entrare a far parte del gruppo Volkswagen, era responsabile dello sviluppo del motore nel team BMW F1.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’FBI annuncia di aver smantellato una rete utilizzata dalla Russia per potenziali attacchi informatici

Recensione Samsung Galaxy Book2 Pro 360 da 13 pollici: un PC convertibile ultraleggero e versatile