in

Derubato di Nayef Aguerd, Rennes viene imprigionato a Monaco

Il Monaco ha concluso la buona corsa del Rennes e ha continuato la sua marcia verso le posizioni europee vincendo 3-2 al Roazhon Park venerdì nella resa dei conti europea della 32a giornata di Ligue 1.

Mentre Wissam Ben Yedder (57°) e Martin Terrier (90°+3) hanno proseguito insieme i loro progressi nella classifica marcatori, Flavien Tait (3°) ha aperto le marcature, ma Vanderson (12°) e Myron Boadu (77°) hanno dato il vantaggio a Monaco.

Con questa quarta vittoria consecutiva, il Monaco sale momentaneamente al 4° posto dopo PSG, Metz e Troyes, dopo Strasburgo e Nizza, che devono giocare domenica.

Per il Rennes, che si era già spaventato a Reims la scorsa settimana, è la fine di una serie di 7 vittorie consecutive (6 vittorie e 1 pareggio) e 7 vittorie casalinghe in L1.

Gli uomini di Bruno Genesio restano sul podio, ma chi ha avuto la possibilità di allarmare il Marsiglia in attacco ora vede Monaco, e forse Strasburgo e Nizza, avvicinarsi pericolosamente.

Il doppio Strasburgo-Rennes e Monaco-Nizza di mercoledì si preannuncia decisivo.

Nonostante la pressione monegasca in avvio che ha fatto venire i brividi, il Rennais ha aperto le marcature con una grande azione collettiva terminata con un passaggio di Hamari Traoré e un colpo di testa di Flavien Tait (1-0, 3°).

Tait era stato ostacolato da una serie di infortuni questo inverno e sembrava aver ripreso le energie e lottato su tutti i palloni.

Ma l’inedita cerniera centrale Omari-Santamaria allineata da Bruno Genesio per sopperire all’assenza dell’oste in difficoltà Nayef Aguerd mostra presto delle lacune.

Su una golosa apertura di Golovin alle spalle di una misera difesa, Vanderson Birger Mellin ha giocato per pareggiare con un mezzo tiro al volo inarrestabile (1-1, 12°).

Il Rennes ha quindi iniziato a mettere piede sulla palla, moltiplicando i passaggi all’indietro e faticando a progredire, mentre il Monaco si proiettava velocemente ad ogni palla presa.

E questo alla fine ha dato i suoi frutti: su un altro lancio lungo in avanti, Kevin Volland ha diretto Wissam Ben Yedder, che ha portato Omari fuori velocità per presentarsi da solo contro Dogan Alemdar (1-2, 57°).

Mentre il Rennes è andato avanti negli ultimi quindici minuti, incoraggiato da uno stadio gremito, Myron Boadu ha sferrato il colpo di grazia dopo un pericoloso rilancio che è stato intercettato da Aurélien Tchouaméni (1-3, 77°).

All’ultimo minuto, un fallo di Sofiane Diop su Adrien Truffert ha regalato al Rennes un rigore che è stato trasformato da Terrier (2-3, 93°+3).

Molto attivo ma senza successo sotto porta, l’attaccante del Rennes è così rimasto al vertice di Ben Yedder nella classifica dei migliori marcatori, con 19 gol ciascuno, una lunghezza dietro Kylian Mbappé.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“Sconvolto” dal compenso “astronomico” di Tavares (Stellantis), Macron vuole limitare gli stipendi alti

Il ritorno a Monkey Island inizia subito dopo la fine di Monkey Island 2 – Notizie