in

la campagna inizia il giovedì, cosa cambia

Irpef 2022: giovedì inizia la campagna, che sta per cambiare

[IMPOT SUR LE REVENU] Nel 2022 la campagna di dichiarazione dei redditi partirà il 7 aprile e si concluderà l’8 giugno.

[Mise à jour du mercredi 06 avril 2022 à 09h22] Si avvicina il periodo di dichiarazione dei redditi: sta per iniziare questo giovedì, 7 aprile 2022. Una conferenza stampa sarà organizzata dalla Direzione Generale delle Finanze Pubbliche a partire dalle ore 9:00. È stato ora pubblicato il pratico opuscolo fiscale, il che significa che quest’anno è possibile identificare una serie di modifiche. In particolare, nel contesto dell’inflazione galoppante, esacerbata dalla guerra in Ucraina, il governo ha annunciato una rivalutazione dell’indennità chilometrica. Vuoi saperne di più sui cambiamenti che ti aspettano quest’anno? Consulta il nostro fascicolo speciale:

Scadenze per la dichiarazione dei redditi hanno vacillato da metà maggio ai primi di giugno, a seconda del metodo di dichiarazione e del numero di reparto. Tutti i contribuenti sono tenuti a compilare la dichiarazione dei redditi, anche se l’imposta sul reddito è stata trattenuta dal 1 gennaio 2019. La dichiarazione dei redditi permette di calcolare l’importo totale dell’imposta sul reddito per il quale il contribuente è responsabile per l’anno di accertamento, quest’anno nel 2021. In secondo luogo, le autorità fiscali sottraggono le detrazioni dell’anno scorso per determinare se la famiglia fiscale ha a saldo delle imposte sul reddito, a settembre 2022.

Sappi che puoi già anticipare ed evitare spiacevoli sorprese. Le autorità fiscali hanno messo a disposizione sul proprio sito web un simulatore. Se, oltre a stipendi, pensioni o pensioni, devi dichiarare redditi immobiliari, profitti dalla vendita di titoli, diritti sociali e titoli simili, redditi da attività commerciali, liberali o agricole, investimenti nei dipartimenti d’oltremare o carenze mondiali (carenze occupazionali ), preferire il “modello di simulazione completo”. Al contrario, se devi solo dichiarare le entrate e le spese di base, scegli la versione semplificata. In modo che la simulatore fiscale lavori, i campi devono essere compilati in euro, senza centesimi.

Ogni anno in primavera, i contribuenti devono dichiarare il proprio reddito, in modo che le autorità fiscali possano calcolare l’importo totale dell’imposta sul reddito per l’anno fiscale. Ecco le scadenze da ricordare quest’anno:

  • Giovedì 7 aprile 2022: lancio campagna dichiarativa
  • Giovedì 19 maggio 2022: termine per la dichiarazione dei redditi per i contribuenti tramite modulo cartaceo
  • Martedì 24 maggio 2022: scadenza zona 1 (dipartimenti numerati da 01 a 19)
  • Martedì 31 maggio 2022: scadenza zona 2 (dipartimenti da 20 a 54)
  • Mercoledì 8 giugno 2022: termine per la zona 3 (dipartimenti da 55 a 976) e fine del periodo di dichiarazione dei redditi
  • Luglio-agosto 2022: invio degli accertamenti IRPEF ed eventuale rimborso per alcuni contribuenti
  • Settembre 2022: pagamento del saldo Irpef per i contribuenti la cui ritenuta d’acconto si è rivelata inferiore al momento d’imposta complessivo per l’anno 2021.

Per calcolare l’importo dell’imposta lorda viene utilizzata la tabella delle imposte sul reddito: è composta da 5 fasce di reddito imponibili e una percentuale di imposta per ciascuna di queste fasce d’imposta. Viene rivalutato ogni anno per tenere conto dell’inflazione e preservare così il potere d’acquisto delle famiglie.

impasto Reddito imponibile Valutare
1 Fino a 10.225 € 0%
2 Da 10.226 € a 26.070 € 11%
3 Da 26.071 a 74.545 € 30%
4 Da € 74.546 a € 160.336 41%
5 Oltre € 160.337 45%

Le suddette aliquote sono quelle che si applicano a parte del quoziente familiare per il reddito generato nel 2021. Le soglie per entrare nelle fasce sono aumentate del +1,4% per effetto dell’indicizzazione della scala sull’inflazione. Il tetto del beneficio fiscale del quoziente familiare passerà da 1.570 euro del 2021 a 1.592 euro del 2022. Nota: per i redditi generati dal 1° gennaio 2019 i massimali delle tranche delle griglie a tasso neutro della fonte sono indicizzati a modifiche al primo disco della tabella delle imposte sul reddito.

  • Passaggio 1: dividere il reddito imponibile per il numero di unità
  • Passaggio 2: applica l’aliquota fiscale a ciascuna fascia
  • Passaggio 3: somma le tasse e moltiplica il totale per il numero di azioni.

Calcolare l’importo della tua imposta lorda, devi prima dividere il tuo reddito netto imponibile per il numero di quote del quoziente familiare a cui hai diritto. Quest’ultimo dipende dalla vostra situazione familiare (single, coniugato, PACS, divorziato, divorziato vedovo o vedovo) e dal numero di persone che potreste aver bisogno di mantenere (figli minori, adulti, persone con disabilità, invalidi). Quindi il risultato di questa distribuzione deve essere applicato alla tabella delle imposte sul reddito 2020 (vedi sotto). Infine, è necessario sommare gli importi fiscali ottenuti per fascia e moltiplicare il totale per il numero di azioni.

Prendiamo l’esempio di una persona sola senza figli a carico che percepiva un reddito imponibile netto di 35.000 euro. Secondo le regole per il calcolo del numero di azioni, ha diritto solo ad esse. Ecco i passaggi da seguire per calcolare l’imposta sul reddito:

  1. Dividi il tuo reddito imponibile per il numero di unità, quindi: € 35.000 / 1 = € 35.000
  2. Applicare l’aliquota fiscale a ciascuna fascia, ovvero: fino a 10.225 €: 0 €; Da € 10.226 a € 26.070: (26.070 – 10.226) x 11% = 15.844 x 11% = € 1.742,84; Da € 26.071 a € 35.000: (€ 35.000 – 26.071) x 30% = 8.9289 x 30% = € 2.678,7
  3. Somma le tasse e moltiplica il totale per il numero di azioni: (0€ + 1.742,84€ + 2.678,7€) x 1 = 4.421,54€.

L’importo totale dell’imposta lorda nel 2022 per un imponibile netto di 35.000 euro percepito da una persona sola senza figli a carico è di 4.421,54 euro.

L’importo dell’imposta netta pagabile corrisponde all’imposta lorda rettificata:

  • Limitare il quoziente familiare, limitando il credito d’imposta legato al numero delle azioni
  • Sconto per poche risorse. Per l’imposta 2021 l’importo è pari alla differenza tra 790 euro (1.289 euro per una coppia soggetta a tassazione congiunta) e il 45,25% dell’importo dell’imposta lorda. Esempio per una sola persona con un’imposta lorda di 1.300 €: 790 € – 1.300 € x 45,25% = 201,75 €. L’importo dello sconto è pari a 201,75 euro.
  • Il premio eccezionale sugli alti redditi
  • Vari tagli alle tasse. Si precisa che l’imposta non è dovuta se l’importo, prima dell’applicazione di eventuali benefici, è inferiore a 61 euro.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

il sindaco di kiev testimonia su BFMTV della “desolazione” che regna in Ucraina

Russell Westbrook spera in un’altra possibilità…