in

La UEFA introduce il nuovo fair play finanziario

La UEFA ha approvato nuove regole finanziarie per sostituire il sistema Financial Fair Play (FFP).

FFP è stato introdotto per la prima volta nel 2010, come un modo per affrontare la spesa eccessiva dei ricchi proprietari di club, che era visto come un terreno di gioco sleale.

Le nuove regole, presentate giovedì alla riunione del Comitato Esecutivo UEFA a Nyon, in Svizzera, sono denominate Financial Viability and Club Licensing Regulations (FSCLR).

“Il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato oggi il nuovo Regolamento UEFA in materia di licenze per club e sostenibilità finanziaria durante la riunione di Nyon. I regolamenti sono la prima grande riforma dei regolamenti finanziari della UEFA dalla loro attuazione nel 2010″.possiamo leggere sul sito ufficiale della UEFA, prima di una dichiarazione del suo presidente, Aleksander Ceferin.

Le nuove regole della UEFA si basano su “tre pilastri”: solvibilità, stabilità e controllo dei costi. “Controllo dei costi” si riferisce a ciò che l’FSCLR chiama “regola del costo della squadra”, il che significa che la spesa totale di un club per trasferimenti, stipendi e commissioni di intermediazione non deve superare il 70% delle sue entrate.

‘Valorità creditizia’ significa che i club non possono avere arretrati con, ad esempio, le autorità fiscali, altri club o dipendenti. Questo era il caso del regime delle licenze per club, ma la UEFA lo sta rafforzando attraverso controlli trimestrali e sanzioni automatiche più severe.

La UEFA afferma che i club che infrangono le nuove regole saranno soggetti a… “sanzioni finanziarie e misure sportive predeterminate”

Nel frattempo, “stabilità” si riferisce ai “nuovi requisiti per le entrate calcistiche” della UEFA. Il “divario accettabile” – quanti club possono permettersi di perdere – è passato da 30 milioni di euro in tre stagioni a 60 milioni di euro nello stesso periodo. I club in “buona salute finanziaria” potrebbero perdere altri 10 milioni di euro.

La UEFA aggiunge anche di sì “significativamente rafforzato” requisiti di miglioramento del bilancio e riduzione del debito, come parte della sua spinta a portare una maggiore stabilità ai bilanci dei club.

Un’altra differenza tra FFP e FSCLR è il “fair value” e le transazioni con parti correlate. La vecchia disciplina prevedeva che solo le operazioni con parti correlate dovessero avvenire al fair value. Tuttavia, le nuove regole prevedono che tutte le transazioni debbano avvenire al fair value. Pertanto, non ci sarà così tanto tempo e riflessione per determinare le operazioni con parti correlate: tutto dovrebbe essere al valore equo.

“I primi regolamenti finanziari UEFA introdotti nel 2010 sono stati un grande successo”ha detto il presidente della UEFA Aleksander Ceferin. “Hanno contribuito a riportare le finanze del calcio europeo sull’orlo del baratro e hanno rivoluzionato la gestione delle squadre di calcio europee”Ha aggiunto.

“La UEFA ha collaborato con le parti interessate per sviluppare queste nuove misure per aiutare il calcio europeo ad affrontare queste nuove sfide, proteggere il calcio, prepararlo agli shock futuri, consentire investimenti razionali e costruire un futuro più sostenibile. per il calcio”dice Ceferin.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’Arabia Saudita ammette 1 milione di pellegrini alla Mecca

L’Ucraina chiede più armi alla NATO