in

Piscine: il 25% dei proprietari sono operai, agricoltori o impiegati

Piscine: il 25% dei proprietari sono operai, agricoltori o impiegati
Piscine: il 25% dei proprietari sono operai, agricoltori o impiegati

Questo è un nuovo record per le piscine private! Il mercato è in crescita per il sesto anno consecutivo. Nel 2021 i professionisti hanno costruito il 22% in più di apparecchiature rispetto al 2020. Ma qual è il profilo dei loro proprietari? La Federation of Pool Professionals (FPP) ha voluto rispondere a questa insolita domanda. A tal fine, il FPP, insieme alla società di ricerca Decryptis, ha condotto lo scorso marzo un’indagine tra 18.000 famiglie che vivono in case unifamiliari e dispongono di una piscina interrata (i risultati sulle piscine fuori terra non sono ancora noti). Nota). E i primi risultati sono sorprendenti.

LEGGI ANCHE – Il fisco sulle tracce delle piscine nascoste

Assistiamo a un fenomeno di democratizzazione del pool in Franciaosserva Jacques Braun, direttore del FPP. Gli impiegati, gli agricoltori e gli agricoltori rappresentano il prezzo del 25% dei propriétaires de piscines privees contre 14.1% en 2017. Ce bond de plus de 10 points en seulement 4 ans montre que les piscines se font une place chez (presque) tous les French. †È esattamente lo stesso del mercato automobilistico. Solo i ricchi francesi potevano acquistarla prima dell’inizio dell’auto, poi il mercato divenne più democratico. Idem per la telefonianotò Jacques Braun. Alla loro democratizzazione partecipano infatti i pool industrializzati, in kit, che costituiscono l’economia della forza lavoro.

La piscina diventa così una struttura che interessa tutte le categorie della popolazione. †Dopo diverse estati calde e con la crisi sanitaria che è stata una scossa elettrica, i francesi hanno deciso di fare del miglioramento del loro habitat la loro priorità. Inoltre, il bilancio della classe media è migliorato poiché durante la carcerazione avevano poca o nessuna spesa. Il fenomeno è accelerato», analizza l’amministratore del FPP.

4 giorni a settimana a casa

In termini di dirigenti e imprenditori (artigiani, commercianti, dirigenti d’azienda, dirigenti, liberi professionisti), la loro quota di mercato delle piscine interrate private è rimasta stabile: 41,6% nel 2021 rispetto al 42,8% nel 2017».Vediamo una generalizzazione del lavoro ibrido. Il telelavoro è diventato un luogo comune, generalmente due giorni alla settimana. I gestori trascorrono quindi in media 4 giorni in casa, compresi i fine settimana, e desiderano una piscina per migliorare la loro qualità di vita.», analizza Stéphane Figueroa, presidente del FPP.

I pensionati, invece, sono ormai meno rappresentati tra i proprietari di piscine interrate: sono il 33,7% nel 2021 contro il 40,1% del 2017. La spiegazione è semplice, secondo Jacques Braun, “come ragioniamo in percentuale, necessariamente all’aumentare delle altre categorie, determina il peso relativo della categoria dei pensionati.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“Nessuno ha negoziato con Hitler”… Perché il primo ministro polacco Emmanuel Macron critica

“Nessuno ha negoziato con Hitler”… Perché il primo ministro polacco Emmanuel Macron critica

Camerun: un ex nazionale algerino attacca i Fennec e difende Belmadi!

Camerun: un ex nazionale algerino attacca i Fennec e difende Belmadi!