in

Société Générale cesserà le attività in Russia e firmerà un accordo per la vendita di Rosbank e delle sue filiali assicurative russe

Société Générale interromperà le sue attività bancarie e assicurative in Russia e annuncia la firma di un accordo per vendere l’intera partecipazione in Rosbank e le sue filiali assicurative in Russia a Interros Capital, l’ex azionista di Rosbank. Con questo accordo, raggiunto dopo diverse settimane di intenso lavoro, il Gruppo si ritirerebbe dalla Russia in maniera efficace e ordinata.(1) per garantire continuità ai propri dipendenti e clienti.

L’operazione proposta, che resta soggetta all’approvazione delle autorità di regolamentazione e concorrenza competenti, sarà eseguita in conformità con gli obblighi legali e regolamentari applicabili. Il completamento di questa operazione dovrebbe avvenire nelle prossime settimane.

L’impatto della vendita di Rosbank e le attività assicurative in Russia sul CET1 capital ratio del Gruppo dovrebbe essere di circa 20 punti base sulla base del valore patrimoniale al 31 dicembre 2021(2)† Ciò sarebbe dovuto principalmente all’impatto della svalutazione sul valore netto contabile delle attività cedute, ampiamente compensato dal deconsolidamento dell’esposizione locale verso la Russia (~15,4 miliardi di EAD al 31 dicembre 2021)(3)) e, dall’altro, un pagamento a favore di Société Générale, ivi compreso, in particolare, il rimborso da parte dell’acquirente del debito subordinato assegnato da Société Générale alla sua controllata.

Proforma di questa transazione, il CET1 ratio del Gruppo sarebbe ben al di sopra dell’obiettivo finanziario del Gruppo. Si ricorda che il CET1 ratio del Gruppo al 31 dicembre 2021 era del 13,7%, ovvero 470 punti base al di sopra del requisito minimo regolamentare.

La prevista cessione dovrebbe portare al riconoscimento nel conto economico del Gruppo(4) dei seguenti elementi principali:

  • la svalutazione del valore netto contabile delle attività cedute (~2 miliardi di euro(5)
  • una posta eccezionale non monetaria senza alcun impatto sul coefficiente patrimoniale del Gruppo (~€1,1 miliardi(5)), corrispondente all’iscrizione normativa sul conto spese della riserva di conversione.

Il Gruppo conferma la sua piena politica distributiva per l’esercizio 2021 ovvero il dividendo di 1,65 euro per azione, soggetto all’approvazione dell’Assemblea Generale Unificata degli Azionisti del 17 maggio 2022, e l’annunciato programma di acquisto di azioni proprie per un importo di circa 915 milioni di euro(6)

  1. ALD Automotive OOO, che opera attraverso la sua controllata sia in Russia che in Kazakistan, e ALD Belarus LLC non stanno più avviando nuove transazioni commerciali.
  2. Valore al 31/12/21 basato su un tasso di cambio EUR/RUB di 85.
  3. O ~ 10,7 miliardi di euro di attività ponderate per il rischio (“RWA”) al 31/12/21.
  4. Incluso negli “utili o perdite netti su altre attività”.
  5. Basato su dati stimati non certificati al 28/02/22 e un tasso di cambio EUR/RUB di 92. L’impatto finale sarebbe calcolato sulla base dei dati e del tasso di cambio in vigore alla data di chiusura dell’operazione. La data del supplemento contabile dipenderebbe dalla data di completamento dell’operazione.
  6. Fatte salve le consuete disposizioni della BCE e dell’Assemblea Generale Unificata degli Azionisti.

Contatti stampa:
Jean-Baptiste Froville_+33 1 58 98 68 00_ jean-baptiste.froville@socgen.com
Fanny Rouby_+33 1 57 29 11 12_ fanny.rouby@socgen.com

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Société Générale si ritira dalla Russia tagliando i costi operativi – 04/11/2022 at 11:36

Liverpool e City si neutralizzano a vicenda, Rennes e OM tengono il passo